Un’oasi di meraviglie a Crava-Morozzo

Riserva Naturale di Crava-Morozzo

Muovendo verso il paese, sulla sinistra di Morozzo, si vede apparire una maestosa porta, solitaria, dietro cui si apre una strada, che sembra portare a una cascina. Ben presto si trasforma in una strada sterrata, si insinua in un bosco, in mezzo alla vegetazione. Conduce in un’area verde davvero unica nel suo genere. Una piccola oasi di pace, con un grande stagno, una ricca vegetazione e una ricchissima fauna. Si tratta della prima Oasi Lipu, da 40 anni un vero e proprio punto di ristoro nella pianura, per tanti animali, soprattutto per gli uccelli migratori, che possono trovare qui un posto dove fermarsi nel lungo viaggio verso sud. Un’area di 300 ettari complessivi di bosco, con un ampio stagno al centro della conca. I visitatori possono usufruire di due strade più comode per accedere, una da Morozzo e una da Crava (sono specificate qui a fondo pagina).

I visitatori possono attraversare la Riserva seguendo un sentiero principale, con diverse vedute panoramiche sullo stagno e sull’habitat degli uccelli. Per osservarli senza disturbarli, sono disponibili dei capanni, di cui uno è immerso a pelo dell’acqua, in modo da poter vedere anche i pesci. La Riserva è stata fondata tre amici: Franco Bergese, Tomaso Giraudo, Ada Gazzola. Non è raro incontrare Bergese in giro per l’oasi, intento a qualche lavoretto, a una potatura. «È stata l’impresa di tre pazzi – racconta – abbiamo costruito quest’oasi mettendoci il denaro di tasca nostra, sostenendo il peso di mutui molto alti. Però adesso sono orgoglioso di quello che è diventato questo posto, una risorsa a disposizione di tutti». Franco è una memoria storica per questo posto. Passeggiare con lui significa fare un viaggio a ritroso nel tempo, leggere questi luoghi come se fossero libri.

«Qui ci sono piante secolari, dei veri e propri monumenti. Alcuni li abbiamo difesi negli anni dalla vendita e dall’abbattimento. Altri li abbiamo piantati e visti crescere, in tanti anni. Per esempio quell’ontano laggiù – indica un’isoletta in mezzo allo stagno – è un posatoio perfetto per gli aironi. Consiglio di venire alle sette e mezza del mattino.

È bianco come se ci avesse appena nevicato sopra. Perchè a quell’ora tutti gli aironi cinerini vengono a posarsi sui suoi rami». L’accesso all’oasi è libero e gratuito, è possibile anche concordare una visita guidata, a prezzo veramente irrisorio. Altrimenti, se si è fortunati, non è raro imbattersi nei tanti eventi, nelle giornate che l’organizzazione del Parco organizza, e in questo caso si potrà avere una guida gratuitamente, e magari partecipare ad attività di osservazione con attrezzature professionali, come binocoli e microscopi.

Per il ristoro è a disposizione una foresteria, con bar ristorante. Si può attraversare l’oasi a piedi, in bici o magari a cavallo, prenotando un’escursione presso uno dei tre maneggi presenti nelle vicinanze. Conclusa la visita all’Oasi, vale la pena di fare una passeggiata presso la frazione di Crava, una piccola borgata che si trova a pochi passi. La presenza dell’area verde e dei suoi uccelli ha caratterizzato la vita di questo paese in modo radicale: oltre alle tante attività commerciali e aziende che ispirato il loro nome alla Riserva, sui muri delle case si può ammirare una collezione di murales a tema naturale e avicolo, un tocco artistico che impreziosisce il panorama, donandogli un tocco esotico e suggestivo.

“Quell’ontano laggiù – indica un’isoletta in mezzo allo stagno – è un posatoio perfetto per gli aironi. Consiglio di venire alle sette e mezza del mattino È bianco come se ci avesse appena nevicato sopra. Perchè a quell’ora tutti gli aironi cinerini vengono a posarsi sui suoi rami” (F. Bergese)

___________________________________

Infopoint - Viaggio nel Monte Regale

Gli ingressi
Ingresso Morozzo: presso il distributore carburanti Gazzola, via Mondovì, 52. Clicca qui per la posizione.
Ingresso Crava: arrivando da Rocca de’ Baldi, lungo la Strada Provinciale 120, dopo il ponte sul Pesio. Clicca qui per la posizione
Ingresso disabili da Morozzo: l’ingresso di servizio è autorizzato a portatori di handicap. Il posteggio per tali autovetture
è situato nella zona della Foresteria dell’Oasi. Clicca qui per la posizione.

cravamorozzo.areeprotettealpimarittime.it


Centro Visite Lipu: cell. 347 764 8262
Foresteria dell’Oasi: cell. 333 82 09 771

Gli eventi

Clicca qui per rimanere aggiornato su eventi e visite guidate

https://www.facebook.com/oasi.crava

Progetto realizzato con il sostegno di

E numerosi altri Partner