Sale San Giovanni, profumo di Provenza

Il regno della lavanda sulle dolci colline delle Langhe

Attenzione vi avvisiamo: questo è un punto altamente instagrammabile. Ma non preoccupatevi perché anche senza Instagram, la meraviglia di Sale San Giovanni è pronta ad invadere i vostri occhi: il viola. Il profumo. Il regno della lavanda sterminata. La chiamano la “piccola Provenza della Langa”, ma qui, forse ancor più che in Francia, la foto in posa è d’obbligo. Sale San Giovanni è un piccolissimo Comune in Alta Langa, come ce ne sono tanti in questa parte di mondo, ma da molti anni la coltivazione della lavanda e delle erbe medicinali è l’attività principale del luogo. Una tradizione culturale, che impreziosisce le colline di vedute davvero suggestive ed imperdibili.

sale san giovanni

Sale Langhe e Sale San Giovanni, due paesi gemelli

La maggior parte degli abitanti sono concentrati poco sotto la collinetta, dove sorge l’altro “Sale”: il Comune di Sale Langhe. La “scissione” ufficiale avvenne il 2 marzo 1948, sulla spinta delle rivalità fra la frazione Bricco e la Valle. In alto sono un pugno di case attorno al campanile, dove ancora si vede il segno dei tempi.

sale san giovanni

Qui un tempo passarono orde di saraceni, qui le pietre raccontano di storie che paiono ancora rimaste lì intatte. Poi si sale verso la collinetta, le strade sono belle e agevoli, si vede la chiesa che si avvicina pian piano. A lato i campi: conviene fermarsi un attimo e tuffarsi nelle coltivazioni di lavanda che sembrano non finire mai. Di primavera è qui lo spettacolo, l’estate non aspetta altro che riversare la sua bellezza. La lavanda è il simbolo di Sale San Giovanni, ma lì vicino c’è un altro posticino piuttosto interessante. Serve proseguire fino al bivio della borgata Liretto: ci si infila in una strada sempre più boscosa fino a che, a un certo punto, il fondo diventa sterrato.

Gli alberi del mondo, a Sale San Giovanni

La segnaletica indica l’arboreto Prandi: un pezzo di bosco davvero unico nel suo genere, dove si concentrano, in un tratto di pochi ettari, specie botaniche provenienti da ogni parte del mondo. Ci sono piante rare che provengono da ogni parte del mondo, attorno al più comune frutteto e vigneto. Qui (e da nessun’altra parte) convivono in pochi metri il Cedro rosso del Giappone, il Peccio del Colotando, il Cedro dell’Atlante, la Palma nana, il Gelso della Cina e il maestoso Faggio rosso che per meriti guadagnati diventa un po’ il simbolo di tutto l’arboreto. Un giardino delle meraviglie, tutto da scoprire.

sale san giovanni
Scarica la mappa dei percorsi turistici
sale san giovanni

______

Infopoint - Viaggio nel Monte Regale

FIERA DELLE ERBE
Tutti gli anni, durante l’ultimo fine settimana di giugno, il Comune di Sale San Giovanni, in collaborazione con la Pro Loco, organizza “Non Solo Erbe”, la Fiera delle erbe officinali ed aromatiche.

https://www.turismosalesangiovanni.it/
www.comune.salesangiovanni.cn.it

Scopri anche:

La Pieve di San Giovanni, a Sale
Arboreto Prandi, a Sale Langhe

Progetto realizzato con il sostegno di

E numerosi altri Partner